Intervista a Sophia Bennett per "The Look".

sabato 1 giugno 2013

 Dopo una buona settimana passata lontano eccomi riapparire con un'intervista che credo vi piacerà molto su romanzo in cui la Piemme per prima, proprio per la sua linea editoriale coerentemente intrapresa  e sempre mantenuta. Il romanzo in questione è "The Look" dove ad una storia leggera possiamo associare discorsi e argomentazioni profonde e particolarmente ineressanti collegate al nostro tempo e alla società in cui ci troviamo.

La scrittrice, Sophia Bennet, mi ha gentilmente concesso un'intervista che ho veramente molto apprezzato e che spero vi aiuti a comprendere meglio se il libro che oggi vi presento può rientrare nei vostri gusti letterari ...

Ted ha il look che chiunque vorrebbe, una vita da super-modella alle porte e una durissima scelta da prendere perché la sua sorella Ava è gravemente malata. 
Una storia di crescita che mescola il fascino della moda alle scelte di vita. 
Un romanzo sincero e mai moralista, che affronta temi importanti con il linguaggio dei ragazzi.


  
 
 
 
 
 
 
---oOo---
The look
di Sophia Bennet
Pagine 368
Prezzo 16,00 euro 
Piemme
da fine maggio
--o--









Ted è altissima e strana, con sopracciglia assurde che sembrano un bruco piazzato in mezzo alla fronte. 
La bella di famiglia è sempre stata sua sorella Ava, affascinante come una star del cinema Anni Quaranta. 
cover originale
Per questo, quando lo scout di un’agenzia di modelle la nota, Ted non riesce a crederci. 
Nello stesso tempo, non riesce nemmeno a credere che Ava sia gravemente malata. 
All’improvviso, il suo mondo non ha più alcuna certezza da offrire e Ted si trova a dover scegliere tra fama e famiglia, sballottata fra le passerelle della London Fashion Week e le lezioni al liceo, fra casting in modernissimi loft e servizi fotografici a Manhattan. 
Ted scoprirà in fretta e a sue spese che niente è bianco o nero nel mondo della moda, ma esiste un’infinita varietà di sfumature e personalità. 
Alcune davvero molto affascinanti e che di nome fanno Nick.
Estratto 
«Cosa vuole che tu faccia?» chiede la mia amica Daisy, mentre un libro le cade sul banco con un tonfo.
«Lo so. Non ha senso.» 
«Come ha fatto a convincerti?» domanda di nuovo. «E perché pensa che a te potrebbe interessare diventare una modella?»
«C’entra con il fatto che la vita è preziosa» mormoro. «Carpe diem, credo.»
«Quali carpe?» 
«Cogli l’attimo. Lo dice sempre papà.»
«Da quando in qua ti è venuta voglia di tirare su di morale tua sorella?»
«Da quando ha il cancro?»
«È una buona risposta.» 
Mentre disfiamo gli zaini, aspetto che Daisy mi ricordi da un momento all’altro della droga e dell’anoressia. Della moda e delle modelle pensa le stesse cose che penso io – che esistono le fashion victim e quelle come noi, con cose più importanti a cui pensare, tipo prendere la sufficienza in matematica.
Invece non dice niente. La gente di solito si ammutolisce a sentire parlare di cancro. Devo ricordarmelo. Non è male come sistema per chiudere una conversazione.
«Ho pensato di farlo.»
«Fare cosa?»
«Presentarmi.»
«Dove?»
«A Model City. Così, tanto per ridere.»

Intervista.


- Ci vorrebbe presentare il suo romanzo "The Look" per il pubblico italiano, ed ai lettori del Bostonian Library?
Nel giugno del 2010 una ragazza di nome Elizabeth mi ha scritto dicendomi che stava pensando di diventare un'insegnante di inglese uno giorno: "il tipo che indossa gonne a matita e rossetto cremisi". Ciò mi sembrò grandioso! Ma le era stato detto che poteva forse essere un modello, invece ... che cosa ne pensavo? 'The Look' è stata la mia risposta.
Conosco molte ragazze che segretamente aspirano ad essere modelle, o hanno sorelle che lo fanno, e ci sono poche informazioni oneste su cosa vuol dire. Ho fatto un sacco di ricerche. Alcune di essi mi hanno fatto davvero ammirare le giovani modelle e alcune di esse mi ha fatto davvero aver paura per loro. Questa è la storia di una ragazza che non vuole essere unao di queste (modelle), ma che lo fa per amore di sua sorella, che è in fase di trattamento per il cancro. E' davvero diventata una storia di due sorelle, e del come essere coraggiosi, e come scoprire chi sei veramente. Non è un manuale di "modellizzazione"! Anche se potrebbe forse essere visto come un 'manuale per sorelle'.
- Would you introduce your novel "The Look" to the Italian public, and Bostonian Library's readers?
In June 2010 a girl called Elizabeth wrote to me, telling me she was thinking about becoming an English teacher one day: ‘the kind who wear pencil skirts and crimson lipstick’. That sounded great to me! But she’d been told she could maybe be a model instead – what did I think? 'The Look' is my answer.
I know many girls secretly aspire to be models, or they have sisters who do, and there is very little honest information about what it's like. I did a lot of research. Some of it made me really admire young models and some of it made me really fear for them. This is the story of a girl who doesn't want to be one, but who does it for the sake of her sister, who's undergoing treatment for cancer. It really became a tale of two sisters, and how to be brave, and how to discover who you really are. It is not a modelling manual! Although it might perhaps be seen as a 'sister manual'. 
- Cosa ci può dire dei personaggi che incontreremo nel suo romanzo?
Ted ha 15 anni, è alta e goffa. Non è alla moda e non è sicura di quello che vuole fare. A scuola può essere vittima di bullismo per il suo aspetto insolito. Ava è attraente e glamour. Lei è quella sicura di sé, con un bellissimo ragazzo, ma rimane profondamente sconvolta dalla sua diagnosi del cancro ed è preoccupata di non poter più essere attraente dopo il trattamento della malattia. 

Il padre delle ragazze ha perso il suo lavoro come professore, e sta cercando di scrivere un libro. E' un po' distratto e porta scompiglio accidentalmente nelle cose per un bel po '.  

E' in parte basato su di me! Il grande cattivo del libro è una fashionista chiamata Tina di Gaggia, da New York. Indossa gli abiti più pazzi e farà di tutto per ottenere una buona foto in una rivista. Ho amato  scrivere di lei. E c'è un ragazzo di nome Nick, che ha avuto il cuore spezzato da una modella ed è determinato a non lasciare che accada di nuovo.
- What about the characters we'ill encounter in your novel?

Ted is 15, tall and gawky. She's not into fashion and she's not sure what she wants to do. At school she can be bullied for her unusual looks. Ava is glossy and glamorous. She's the confident one, with a gorgeous boyfriend, but she's knocked for six by her cancer diagnosis and is worried she'll no longer be attractive after treatment for the disease.

The girls' dad has lost his job as a professor, and is trying to write a book. He's a bit distracted and accidentally breaks things quite a lot. He's partly based on me! The big villain of the book is a fashionista called Tina di Gaggia, from New York. She wears the most crazy outfits and will do anything to get a good picture in a magazine. I loved writing her. And there's a boy called Nick, who's had his heart broken by a model before and is determined never to let it happen again.

 




- 5 aggettivi che descrivono la storia in "The Look"?
Emotivo, glamour, edificante, sincero, creativo

- 5 adjectives which describe the story in "The Look"?

Emotional, glamorous, uplifiting, heartfelt, creative

- Perché ci sono due sorelle nel romanzo e non, per esempio, due amici?
Io non sono sicura! Penso che forse perché a mio fratello è stata diagnosticata una malattia grave quando ero adolescente, e mi ricordo che cosa significhe essere in una famiglia che ha a chefare con lo stress e la paura dell'ignoto. Ci si può sentire molto tagliata fuori e sola quando siete preoccupati per qualcuno che si ami. Inoltre, ho due figliastre che hanno due anni di differenza, come Ted e Ava, e che sono vicine allo stesso modo. Sono sempre ispirata in qualche modo dalla mia famiglia.


- why there are two sisters in your novel and not, for example, two friends?

I'm not sure! I think perhaps because my brother was diagnosed with a serious illness when I was a teenager, and I remember what it's like to be in a family dealing with the stress and fear of the unknown. You can feel very cut off and alone when you're worried about someone you love. Also, I have two stepdaughters who are two years apart, like Ted and Ava, and who are close in the same way. I'm always inspired in some way by my family.

- Come descrivere le profonde differenze tra due persone emotivamente molto vicine come due 
sorelle?
Questo è qualcosa che ho sempre apprezzato molto nel mio lavoro. Mi piace esplorare le differenze dei personaggi, anche se hanno molto in comune. Mi piace soprattutto esplorare il loro modo di parlare. Una persona può essere timida, e un altra è fiduciosa. Una ama essere al centro dell'attenzione, l'altra ama guardare. L'ho notato sia nella mia famiglia, che nei personaggi dei miei libri preferiti. Le sorelle di Jane Austen sono sempre diverse, anche se sono emotivamente molto vicine.

-  How describe the  profound differences between two people emotionally very close as two sisters?
This is something I have always really enjoyed in my work. I love exploring characters' differences, even if they have a lot in common. I especially like to explore it in the way they talk. One person can be shy, and another one is confident. One likes to be the centre of attention, the other one likes to watch. I notice that in my own family, and in the characters from my favourite books. Jane Austen's sisters are always different, even if they're emotionally very close.

- I temi del tuo libro sono: la bellezza, la sofferenza, la malattia, l'amore, come mai un mix di così tanti stati d'animo?
Ho sempre pensato che sono pazza a mescolare temi nel mio modo in cui lo faccio. Nel mio primo libro,
Threads (che si potrebbe tradurre più o meno come "Le discussioni", n.d.r), avevo un personaggio che voleva essere uno stilista e un altro che era un bambino soldato. E' difficile, ma io lo trovo molto soddisfacente mescolare i temi chiari e quelli scuri - molto gravi e di puro intrattenimento. Lo faccio perché questo è come sono io: io amo la rivista Grazia, gli Oscar e un bel vestito, ma mi interesso appassionatamente di politica, ed i miei amici che hanno il cancro, ed i cittadini della Siria in questo momento. Noi tutti abbiamo entrambi i lati per i nostri personaggi, e questo è quello che io esploro nei miei libri.
- The themes in your book  are:  beauty, suffering, illness, love, how come so many moods mix?

I always think I'm crazy to mix up themes the way I do. In my first book, Threads, I had a character who wanted to be a fashion designer and another who was a child soldier. It's hard, but I find it very satisfying to mix the light and dark themes - the very serious and the purely entertaining. I do it because this is how I am: I love Grazia magazine, the Oscars and a beautiful dress, but I care passionately about politics, and my friends who have cancer, and the citizens of Syria right now. We all have both sides to our characters, and that is what I explore in my books.

- Perché ha deciso di mettere nero su bianco proprio questa storia?
Mi sono ispirata all'idea di scrivere la scena centrale, che si trova presso un parrucchiere a Covent Garden, nel centro di Londra - dove Ted ha la testa rasata, come atto di solidarietà con Ava, che sta perdendo i capelli con la chemioterapia. Volevo esplorare come l'aspetto delle ragazze sembra cambiato radicalmente in questa scena, e come li ha riunite e ha cambiato entrambe in modi che non potevano immaginare. Buoni modi. Sono ancora orgogliosa di questa scena e io spesso la scelgo per leggere a eventi in cui parlo di "The Look".




- why you decided to put down on paper just this story?

I was inspired by the idea of writing the central scene, which is set in a hairdresser's in Covent Garden, in Central London - where Ted has her head shaved as an act of solidarity with Ava, who is losing her hair through chemotherapy. I wanted to explore how the girls' looks changed dramatically in this scene, and how it brought them together and changed both of them in ways they couldn't imagine. Good ways. I'm still proud of this scene and I often choose to read it at events where I talk about The Look.

- Cosa vorresti dire, con questo romanzo, ai suoi lettori?
Ted intraprende un lungo viaggio per scoprire chi è, e cosa è importante per lei. Spero che il lettore si senta ispirato ad amare se stesso un po' di più, per essere orgogliosi di chi è, e di combattere per quello in cui crede. Questo è il regalo che voglio che questo libro porti.


- What would you say, with this novel, to your reader?

Ted goes on a long journey to discover who she is, and what it important to her. I hope that the reader feels inspired to love herself a bit more, to be proud of who she is, and to stick up for what she believes in. That is the gift I want this book to bring.

- Cos'è l'amore per lei?
E' tutto. E ' l'unica cosa che conta davvero. E ' la felicità, e il sacrificio di sé, e ciò che rende la vita degna di essere vissuta. Mi sento così felice e orgogliosa di amare e di essere amata dalla mia famiglia.

- What's love for you?

It is everything. It's the only thing that really matters. It is happiness, and self-sacrifice, and what makes life worth living. I feel so happy and proud to love and be loved by my family.

- Data una scelta, quale libro avrebbe voluto scrivere in passato?
Se avessi potuto scrivere qualunque altro libro .... Hmmm ... Io penso che sarebbe stato Orgoglio e Pregiudizio. Un romanzo perfetto in tanti modi. E sicuramente avrei scelto Colin Firth come Mr Darcy.

- Given a choice, which book would you write in the past?

If I could have written anybody else's book …. Hmmm … I think it would be Pride and Prejudice. A perfect novel in so many ways. And I would definitely cast Colin Firth as Mr Darcy.

- Su quale progetto sta trasferendo la sua attenzione ora?
Il mio prossimo libro si chiama You Dont Know Me e parla di circa quattro amici che entrano in un talent show, ma ai quali viene chiesto di abbandonare una delle ragazze, se vogliono andare avanti. Lo fanno, e ciò porta a ogni sorta di guai. Dopo di che, il mio nuovo progetto è un'avventura di una ragazza che sta cercando di salvare suo padre dal castello di un miliardario malvagio. Sembra molto diverso dagli altri, ma ho sempre scritto di ragazze che scoprono il loro potere interiore, e in questo modo questo progetto non è diverso dagli altri. Sono davvero divertendo.

- On what project you're turning your attention now?

My next book is called You Don't Know Me and it's about four friends who enter a talent show, but who are asked to drop one of the girls if they want to go forward. They do, and it leads to all sorts of trouble. After that, my new project is an adventure about a girl trying to rescue her dad from the castle of an evil billionaire. It sounds quite different from the others, but I always write about girls discovering their inner power, and in that way this project is no different from the others. I'm really enjoying it.


- Grazie mille per la sua gentilezza!!


Mille grazie! E stato un piacere. x (in italiano!! n.d.r.)


Sophia Bennet, vive a Londra con i quattro figli. Sognava di diventare scrittrice dall’età di dodici anni. Per Piemme (Il Battello a Vapore) ha già pubblicato Un sogno su misura e Un sogno su misura – Sfilare o rinunciare?

Nessun commento: